IL CAMMINO DI SANT'ANTONIO - Il Lungo cammino - Introduzione

Il Lungo Cammino di Sant'Antonio …

          Il 2010 è stato l’anno di nascita de Il Lungo Cammino di Sant’Antonio. L’aggettivo lungo lo differenzia e unisce al contempo all’Ultimo Cammino di Sant’Antonio, quello che ripercorrendo la sua ultima giornata terrena (13 giugno 1231) unisce Camposampiero all’Arcella sino alla basilica del Santo in Padova. Dell’Ultimo Cammino infatti, questo che si estende da Camposampiero oppure da Venezia sino al Santuario di La Verna (AR), vuole essere la prosecuzione ideale per riappropriarsi sempre meglio dei passi e della vita itinerante di frate Antonio da Lisbona che, camminando e dimorando in queste terre, è divenuto per sempre il Santo di Padova, amato in tutto il mondo.

  

        Va subito detto che è un cammino a ritroso perché la traiettoria della vita del Santo fu all’inverso: dal nascondimento nell’eremo di Montepaolo, dimora iniziale di frate Antonio in Italia, prima di venire scoperto come predicatore preparato ed infuocato, definitivamente inviato sulle strade dell’Italia settentrionale e del sud della Francia come evangelizzatore, maestro di sacra Scrittura e persino superiore provinciale (per tre anni) sino ai giorni di Padova e Camposampiero. Un incredibile intenso decennio italiano (1221-1231) per il frate portoghese fortuitamente, o meglio provvidenzialmente, approdato alle nostre terre dopo un naufragio!

          Ripercorrendo questo suo evangelico peregrinare, abbiamo pensato a due possibili partenze, in alternativa: Venezia oppure Camposampiero (Pd).
Ci piace segnalare ai pellegrini come Il Cammino di Sant'Antonio vada inserito entro un percorso più grande ovvero quello che collega Padova ad Assisi: dalla basilica che custodisce il corpo di Sant'Antonio alla basilica che accoglie il corpo di San Francesco. Si ripercorrono quindi da nord a sud le orme di questi due grandi Santi francescani, che hanno lasciato un segno sacro ed indelebile del loro passaggio e ai quali l'umanità guarda ancora con ammirazione e stupore, sentendoli vicini, come amici e fratelli, alla propria vita e compagni lungo la propria strada.
Si tratta quindi di un unico pellegrinaggio senza soluzione di continuità che, per ragioni di gestione organizzativa, si distingue in due tratti: “Il Cammino di Sant'Antonio”(Padova-La Verna) e “Di qui passò Francesco” (o altri itinerari e vie strutturate da La Verna verso Assisi). Il pellegrino che pertanto dal Santuario della Verna vuole proseguire verso la città del Poverello deve premunirsi di ulteriore apposita Credenziale.
 
Di qui passò Francesco: http://www.diquipassofrancesco.it/


NOTE PRATICHE PER I PELLEGRINI SUL LUNGO CAMMINO DI SANT'ANTONIO :
Venezia o Camposampiero    ►    Padova    ►    Santuario di La Verna

1) Il percorso è ancora in fase sperimentale. Non si sono ancora ottenute delle autorizzazioni per l’installazione delle frecce indicative, da parte di qualche autorità locale. Sono possibili pertanto alcuni disguidi nel tracciato.

2) Il pellegrinaggio è affidato pienamente al buon senso e alla totale responsabilità di chi lo compie. I frati non sono pertanto un’agenzia turistica che se ne fa carico o garantisce servizi o un’assistenza specifica.

3) I frati si limitano a rilasciare la CREDENZIALE e una LISTA di alcuni  RIFUGI e luoghi di ospitalità e ristoro che hanno dato una disponibilità.

4) E’ assoluta ed esclusiva competenza del pellegrino avvisare per tempo (almeno 2 giorni prima) i responsabili dell’ospitalità.

5) E’ possibile scaricarsi i tracciati KLM e GPX, stamparsi le mappe e la descrizione dettagliata delle tappe dal SITO per orientarsi e/o per memorizzarle nel GPS o nel cellulare.


6) Si consiglia di leggere le modalità di svolgimento per fare una buon cammino.



PER INFORMAZIONI CONTATTA:


L'ufficio informazioni della Basilica del Santo

Orario di apertura: tutti i giorni, ore 9.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00

Tel. (+39) 049 8225652

Fax (+39) 049 8789735

E-mail:
infobasilica@santantonio.org

 Vai inizio pagina